Skip links

Nasce la Fondazione Luigi Sidoli

Nasce la Fondazione Luigi Sidoli

In piena emergenza da pandemia Covid-19, Area Broker & QZ Consulting ha voluto intraprendere una nuova importante iniziativa: dare vita ad una Fondazione di Ricerca privata.

Il 1° aprile è nata così a REGGIO EMILIA la FONDAZIONE LUIGI SIDOLI, il cui nome vuole ricordare l’impegno nell’ambito della ricerca veterinaria del reggiano Dr. Luigi Sidoli, recentemente scomparso.

Direttore della Sezione di Parma dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Lombardia e dell’Emilia, LUIGI SIDOLI ha rivolto la sua attività professionale alla ricerca di varie patologie animali, dedicandosi in modo particolare alle patologie suine. Quasi a voler proseguire quel percorso, è nata la Fondazione a lui dedicata.

Gli obiettivi della fondazione sono molto chiari:

  1. la ricerca, lo studio e l’analisi, di indicatori di settore atti a cogliere gli effetti del cambiamento climatico nel settore agroalimentare;
  2. la ricerca e la promozione della realizzazione e sviluppo di sistemi di alert rivolti ad operatori economici del settore agroalimentare per arginare gli effetti negativi sulle relative attività causati da specifici fenomeni ricollegabili ai cambiamenti climatici;
  3. la ricerca, la promozione, la realizzazione e lo sviluppo di modelli di trasferimento del rischio nel settore agroalimentare, e segnatamente nei settori considerati strategici in tema di alimentazione (acquacoltura, circolarità delle produzioni agricole e zootecniche, riciclo dei materiali organici frutto sia delle trasformazioni industriali che di quelle di raccolta degli stessi, ecc.) oltre che la promozione e la diffusione, con finalità di studio, ricerca, divulgazione, educazione, formazione ed arricchimento culturale, della conoscenza della climatologia, della biologia marina e della entomologia applicata alle attività agricole e zootecniche.

Presidente della Fondazione è Giovanni Casadio, mentre Vicepresidente è Mario Zurlini, che attualmente hanno rispettivamente la direzione scientifica e quella generale della Divisione Agribusiness di Area Broker & QZ Consulting.
Il Collegio dei Soci fondatori e promotori, che è l’organismo a capo della Fondazione, è composto da Stefano Sidoli quale legale rappresentante di Area Broker & QZ Consulting, e Gennaro Scognamiglio, quale legale rappresentante di UNCI Agroalimentare.
Il primo Comitato scientifico della Fondazione conta sul Dr. Francesco Paesanti, coordinatore dello stesso, biologo marino, uno dei massimi esperti in tema di molluschicoltura, sulla Prof.ssa Lara Maistrello, entomologa, il cui nome è legato all’isolamento del primo esemplare di cimice asiatica sul territorio nazionale ed infine al Prof. Fabian Capitanio, economista di fama internazionale esperto in analisi e gestione del rischio in agricoltura.
Le prime attività di ricerca saranno centrate da un lato allo studio ed all’analisi della qualità delle acque marine con le relative ricadute sulle attività di pesca ed acquacoltura: attraverso un primo laboratorio di ricerca in Adriatico, l’obiettivo sarà quello di dar vita ad un Osservatorio Nazionale della pesca e dell’acquacoltura, ad oggi inesistente.
In parallelo, lo studio degli alien pests vale a dire l’apparire di patogeni dannosi per le attività agricole e zootecniche legati alle mutate condizioni climatiche, rappresenterà il secondo focus della Fondazione nella sua prima fase di vita. Si vorranno verificare con esattezza quanto e come gli andamenti atmosferici possano determinare sia lo sviluppo che la consistenza delle popolazioni di tali patogeni, partendo proprio dalla cimice asiatica.

Return to top of page
Per offrirti il miglior servizio possibile in questo sito utilizziamo i cookies, anche di terze parti a solo scopo statistico. Continuando la navigazione ne autorizzi l'uso. Ulteriori informazioni.